Visite [+/-]
Oggi:
Ieri:
Due giorni fa:
170
127
185

-58
Questa settimana:
Settimana scorsa:
Due settimane fa:
879
1025
1008

+17

Tutte le visite
Tutte le visite 664 415

Musica

 

 

   

        Musica                                                                                            

         Le persone non hanno ancora studiato la parte filosofica della musica e non comprendono la sua essenza e significato. La scienza più grande, più profonda e più ampia è la musica. Quando le persone studieranno e scopriranno le forze e le leggi della musica e le applicheranno nella loro vita, allora comincerà il loro sviluppo corretto e il loro perfezionamento. Tramite la musica agiscono le forze superiori e le leggi più ragionevoli della Natura. Ogni tono rappresenta un insieme di molte forze che agiscono in armonia, che esercitano una grande influenza sui pensieri, le aspirazioni e le azioni dell’uomo.

        Se le persone conoscessero l’essenza delle forze che agiscono in un dato tono e comprendessero la potenza della loro influenza sulla psiche dell’uomo, saprebbero come comporre coscientemente le loro canzioni e otterrebbero dei risultati stupendi nella loro vita. Allora le canzoni e le opere musicali si scriverebbero con un determinato scopo e si conoscerebbero in anteprima i risultati che sarebbero prodotti dalla canzone o dall’opera data. E se si conosce lo scopo e la predestinazione di una canzone, si determinerà facilmente se essa sia in una gamma maggiore o minore. E allora se una canzone comincia con il tono “do” si saprà perché bisogna prendere il successivo tono in seconda, terza, quarta, quinta, sesta, ecc., si saprà anche quale deve essere la durata di ogni tono per ottenere il risultato desiderato. I musicisti contemporanei, in base alle forme e alle regole istaurate nella musica, nelle proprie composizioniaspirano a raggiungere solo melodicità e armonia, ma questo non è ancora sufficiente. Oltre a tutti i progressi attuali nell’ambito della musica, bisogna immettere in essa anche un contenuto, uno scopo e un senso. Questo può essere raggiunto quando le persone smettono di considerare la musica solo come un mezzo di divertimento e piacere, ma come una grande forza creativa nella natura e nella vita dell’uomo. Sono necessari nuovi concetti e nuove conoscenze della musica e i suoi elementi.

        Non è ancora sufficiente sapere l’esatto numero di vibrazioni di ogni tono per distinguerlo dagli altri, ma è necessario sapere ancora che il tono “do” si riferisce all’energia vitale nella natura e quando ascolta questo tono, l’uomo si collega a tale energia. Il tono “re” si riferisce all’individualità umana quando l’uomo ascolta questo tono, in lui si risveglia la coscienza individuale. Il tono “sol” risveglia nell’uomo aspirazioni elevate e desideri verso ciò che è grande nella vita. Il tono “la” dà larghezza nella coscienza umana e spazio per il volo del pensiero umano. Il tono “si”, invece, si riferisce ai sentimenti umani.

        Quando le persone conosceranno questo scienza profonda e ampia della musica e si comprenderà il suo grande significato nella natura e nella vita umana, allora sarà applicato come un mezzo di educazione e terapeutico. Finora  però nessun dei popoli europei si è reso conto del grande significato della musica e non l’ha applicata nell’educazione. Le persone con una coscienza troppo limitata e un pensiero meccanizzato a seguito di riflessioni monotone, considerano tali concetti sulla musica come allucinazioni e fandonie, ma bisogna capire che le allucinazioni e le fandonie esistono solo per le persone stupide, per quelle ragionevoli non esistono allucinazioni. L’allucinazione è un’ombra della realtà. Io conosco l’ombra. Dall’ombra non vengono raccolti dei frutti, ma dall’albero vengono raccolti dei frutti. Nell’allucinazione l’uomo sempre perde, mentre nella realtà sempre guadagna.

        La musica appartiene al mondo mentale. Anche nei tuoi sentimenti ragionevoli c’è musica, anche nelle azioni, anche nella volontà. In tutto ciò che fai, c’è musica. Voi non potete essere musicali se non pensate, non sentite e non agite bene. Se non pensate, se non sentite e se non agite bene, studiate la musica. Tramite la musica imparerete ad agire bene. Ciò che chiamiamo “bene” è determinato musicalmente.  Ogni tono ha una misura, una combinazione. L’uomo di per sè è un’arpa con alcuni milioni di corde: delle chiavi. E voi siete tutti musicisti che non sanno come suonare. L’uomo pensa quando tocca la corda di un pensiero corretto. Se non agisce bene, vuol dire che non sa suonare. Se i suoi sentimenti non sono in ordine, vuol dire che non sa accordare la propria arpa.

        Quando cantate pensate alle parole e ai toni. Pensate per essere liberi. Non si può cantare senza pensare. Puoi cantare meccanicamente, ma è inutile. Ovunque dove la mente è presente, la vita si manifesta bene. Se canti, pensa a ciò che canti. Perché tutte le persone rappresentano un grande cantante. Quando senti qualcuno cantare, sappi che tu canti. Non dire “ma come, io canto così bene?”

        Ogni movimento è un risultato di un tono musicale di base.

        Voi pensate a molte cose, ma a ciò che è essenziale, alla musica non pensate, mentre la vostra vita dipende dalla musica. Se l’uomo muore vuol dire che non è sufficientemente musicale. Una persona musicale si riconosce da lontano, con una tale persona non si può entrare in contraddizione. Vi è un’armonia delle sfere. Ogni stella ha una sua via, ma esiste un’armonia per tutte.

        La musica è un’arte per la trasformazione dell’energia vitale nell’uomo.

        Dieci milioni costa una gola, una laringe. Voi avete lo strumento migliore che vi è stato dato. Ma voi non lo apprezzate. Quando non lo utilizzate, perdete. Quando non avete una buona predisposizione, vuol dire che è giunto il momento che cantiate. Voi soccombete ad uno stato inerte che dovete superare. Se accettate la musica come un’arte, non potete cantare. Se prendete la musica come una necessità, diventerete un vero uomo, allora ha senso. Se guardate solamente le note, questo non è cantare.

        Nella musica vi sono delle regole, ma se voi cantate con delle regole, non imparerete nulla. Canterete senza regole.

        Sentire: questo è musica. Agire: questo è musica. Pensare: questo è musica. Questo deve essere espresso attraverso la vostra laringe. Se la laringe non è così plastica per poter formare queste vibrazioni sottili, come canterete bene? Tre volte al giorno dovete pregare affinché Dio benedica la vostra gola.

        Ogni movimento che non sia musicale è un reato.

        Il rapporto natura-musica è completamente diverso dal nostro. Le persone non hanno ancora penetrato l’essenza dei toni, non conoscono le loro qualità. Per loro la musica è un mezzo per guadagnarsi da vivere. Se sai come cantare il tono “do”, o comincerai a litigare con qualcuno, o se hai già litigato, ti concilierai. Dal modo in cui lo canterai, ti impoverirai o ti arricchirai, risolverai un difficile problema. Proprietà pericolose si celano nel tono “do”.

        La musica è il linguaggio della natura, dappertutto c’è musica. Quando il vento soffia, quando gli alberi fioriscono, quando i fiumi scorrono, nelle tempeste, nelle nuvole, tutto è secondo la legge della musica.

        Vi sono degli alberi che emettono il tono “do”, altri emettono il tono “re” e così via. I fiori trasmettono la musica in una maniera ancora più complessa.

        La musica attuale ha 7 toni. Uno di essi è il tono principale della vita: il tono “do”. Un altro tono del movimento è “re”. Un terzo tono del pensiero umano è “mi”, delle aspirazioni umane e dell’arricchimento è “fa”, il tono “sol” è dell’ambizione umana, il tono dei progressi umani è “la”. “Si” è il tono di ciò che è spirituale nell’uomo.  E alla fine l’ottavo tono è una ripetizione del primo. Vi sono anche dei mezzitoni. Essi hanno un proprio significato.

        Il tono “do” ha 32 vibrazioni. Il tono “re” ha 36 vibrazioni. “Do” alto ha 64 vibrazioni. Se aggiungete o togliete una vibrazione, voi violate la purezza dei toni.

        Prendete per esempio “do”, “mi”, “sol”. Da “do” fino a “mi” è una terza, da “mi” fino a “sol” è sempre una terza, da “sol” fino a “mi” è sempre una terza, da “mi” fino a “do” è sempre una terza. Che cosa significa questo? Da “do” fino a “mi” è dal mondo fisico a quello spirituale. Da “mi” fino a “sol” è dal mondo spirituale a quello Divino. Da “sol” fino a “mi” è dal mondo Divino al mondo spirituale, da “mi” fino a “do” è dal mondo spirituale a quello fisico. “Do” – “mi”, esiste una relazione tra il mondo fisico è il mondo spirituale, “mi” – “sol” è la relazione che esiste tra il mondo spirituale e il mondo Divino. Poi tornate indietro. Esiste qualche reato per cui sei tornato indietro?

        I cantanti si esercitano, cantono la gamma con “a”, “o”, “i”, “e”, “u”. Perché nel cantare si sentono vocali? Se vuoi che i tuoi toni siano potenti, che abbiano forza, devi cantarli con “a”. Per dare una larghezza dei toni devi cantarli con la vocale “o”. Per dare forza al movimento in modo che vada esattamente al suo posto, devi utilizzare “i”. Affinché il tono abbia un allargamento, devi cantarlo con “e”. Affinché il tono raggiunga la propria funzione, invece, canterai con “u”. La cosa più difficile è cantare con “u”. È l’obiettivo finale. Perciò i cantanti lo sostituiscono con “e” e con “i”. Obbligatoriamente bisogna cantare con “u”. La legge dell’”u” è diversa, non potete eluderla. Quando l’uomo scende sulla Terra per mettere in ordine i suoi affari “u” l’aiuterà. Essa è armonia con le forze terrestri. Qualcun altro vuole mettere in ordine i suoi affari nel Cielo. Il modo corretto è prima nella Terra e poi nel Cielo, è l’evoluzione, un movimento dal basso verso l’alto.

        Gli Indù hanno certi mantra, formule di cui si servono e che formano un particolare gruppo di toni. L’Indù comincia a cantare e finché canta può passare vicino agli animali più pericolose con questa musica. Nessun animale cerca di fargli qualcosa. Se lui smette solo per un attimo di pronunciare questi mantra, gli animali l’attaccheranno. Anche quando cantate al diavolo con una musica tenera, non vi farà niente, vi ascolterà.

        La musica classica ha delle proprietà curative. Dovete ascoltare la musica classica. Qualcuno dice: “Non la capisco”. Non c’è bisogno che tu la capisca. Quando bevi un farmaco, lo capisci? L’importante è guarire. Se porta beneficio è un bene.

        Se siete malati, cantate. Per quanti vi sentiate male e abbiate la febbre, cantate. Nella natura tutto è musica. Nei deserti, nelle rocce, nel vento, nelle acque: tutto è musica, tutto canta. Tutta la natura è una grande sala.

        Le canzoni classiche, le canzoni spirituali, i mantra che hanno gli Indù, i Salmi ebraici sono un legame per passare da un mondo in un altro. Con la canzone vi ringiovanirete.

        Chi è duro e rozzo di carattere, suoni o ascolti Schopin, chi ha perso il senso della vita, ascolti Bach, chi non legge e non gli piace pensare, ascolti Beethoven, chi non ama la poesia, ascolti Mozart.

        La musica nobilita le persone, mitiga il tempo, mitiga anche il carattere delle persone. Quando suoni al diavolo, lui diventa mite.

        Voi invecchiate perché non cantate. Senza musica non potete ringiovanire. Se suonate o cantate e pensate ai soldi, questo non è musica.

        Un violinista muove costantemente l’archetto. A voi sembra che agiti la mano, invece lui si esercita. In questo movimento vi è un intera scienza. Guardando come muove l’archetto dite: “Lui sta giocando”. In questo gioco vi è qualcosa di ragionevole. Se colui, che non sa come tenere l’archetto, prende il violino per suonare, non saprà suonare. Non solo questo; suonare in diverse posizioni non è per niente facile dato che subito devi prendere il tono. Chi ti insegnerà come prendere correttamente i toni del violino? In qualsiasi maniera ti insegni un maestro, lui non potrà mostrarti dove esattamente mettere le dita. Tu hai un’intuizione grazie a cui prenderai i toni corretti. Oltre a questo vi sono anche delle onde musicali, un magnetismo musicale. Quando una persona comincia ad amare il suo violino, le sue dita cominciano ad essere attratte dai toni come se fossero dei centri. Come il magnetismo attrae le particelle ferrose, così anche i toni musicali attraggono le dita ed esse cadono proprio a posto. Allora è facile prendere sia toni puri, sia dies, sia bemolli. Quando questo magnetismo musicale non esiste, suoni in modo scorretto. Esiste un difetto interno.

        La musica regola il battito del cuore. Se cantate ritmicamente una canzone, essa può equilibrare la pulsazione cardiaca.

        La canzone “Fir-fun-fen” è per la testa, mentre la canzone “Mahar Benu” è per il cuore.

        La musica forma il legame migliore tra il cervello, il cuore e il corpo, tra tutti gli organi.

        Ogni parte del corpo corrisponde ad un tono. “Re” riguarda alcuni muscoli, “do” riguarda altri e così via. Nei punti più delicati in cui niente può penetrare, lì penetrerà la musica. Canterete con fede.

        Cantate sempre poichè i toni musicali regolano le correnti elettromagnetiche nel corpo. Se capite la musica o meno, se cantate voi o qualcun altro, è irrilevante. La luce è così musicale che è in grado di regolare queste correnti. Esiste anche un canto eterico.

        Il mondo musicale è un mondo di mediazione. Non puoi pensare correttamente o sentire correttamente se non hai una capacità musicale, se non comprendi le cose in maniera musicale, armonica. Tutte le cose ragionevoli nel mondo avvengono secondo la legge della musica, esse sono misurate nelle proprie azioni. A volte vengono chiamate cause ed effetti, ritmo, pensiero corretto, morale. Il morale è l’armonia dell’anima umana, l’armonia tra pensieri, sentimenti e volontà.

        I suoi più forti sono i più silenziosi. Ciò che non senti viene sentito su tutta la terra.

        Qualsiasi cosa voglia o faccia l’uomo, senza musica non può ringiovanirsi. E ogni affare che viene intrapreso senza musica non avrà successo. La musica è qualcosa di Divino. Il mondo è creato secondo le leggi della musica. 

        La musica nel mondo fisico è utile per organizzare la materia disorganizzata. Il mondo fisico è disorganizzato. Tramite la musica la materia vibrerà armonicamente.

        La musica è un metodo di trasformazione degli stati umani. Vi sono degli stati che senza musica in nessun modo potranno cambiare.

        I toni sono legati ai pianeti, a tutti i corpi celesti. Il mondo intero è una composizione  musicale. Tutti i pianeti hanno un tono particolare. Tutti i mondi innumerabili cantano a diverse gamme. Gli esseri elevati e tutte le gerarchie cantano. Senza musica è impossibile che siate felici. Senza musica non potete comprendere la cristianità. Le prime canzoni dei cristiani erano ordinarie e tristi poiché venivano perseguitati e la musica non era così accessibile. Esistono degli esseri nella natura che non permettono di cantare.

        Tutti i vecchi mantra dell’antichità sono contenuti nelle canzoni che vi ho dato. Se le cantate correttamente, ve ne servirete. Queste canzoni sono create secondo le leggi della musica futura. Sono delle canzoni che non muoiono.

        La musica sulla Terra è l’unica condizione che aiuta l’uomo di svilupparsi, perciò applicate la musica ovunque nella vostra vita. Siete indisposti, cominciate a cantare una canzone qualsiasi per ristabilire l’armonia in voi. Così aiuterete i vostri pensieri, i vostri sentimenti, le vostre azioni. Se da soli non riuscite a cantare, andate nel giardino, sedetevi  sotto qualche albero e se c’è vento, nel piegarsi delle foglie ci sarà un tale movimento, che comincierete man mano a quietarvi, ad essere immersi in questo suono tra le frasche che io chiamo musica.

        Per sviluppare la vostra voce dovete cantare almeno un’ora ogni giorno. Se vi dedicate ai problemi del mondo fisico, voi smetterete di cantare.

        In presenza di scontentezza e indisposizione dello spirito, l’uomo non può cantare. Perciò mettetevi nella situazione di un bambino che ora impara a cantare. Cantate per essere sani.

        Secondo i miei calcoli, sul Sole vi sono 25 milioni di gradi di calore. Se questa temperatura di 25 milioni di gradi passerà attraverso il corpo, lo purificherà, ma non lo modificherà. Voi diventerete dei geni, comincerete a splendere, la vostra faccia diventerà angelica.    

        È proprio la musica, essa è un fuoco che non distrugge. Un pensiero senza musica distrugge, sono le passioni; l’amore senza musica distrugge.

        L’attuale cultura migliora lo sviluppo della fronte, organizza la materia più rozza nell’organismo umano.        

        La musica che vi viene data ora organizzerà correttamente il corpo umano. Nel futuro entreranno ancora tre o quattro toni e allora con l’armonia di tutti i toni e colori avremo la possibilità di affrontare le fatiche che ora abbiamo. Se sei malato di qualcosa, canterai alla malattia e guarirai. Ma per ora è ancora presto parlare di questa musica.