Visite [+/-]
Oggi:
Ieri:
Due giorni fa:
31
149
90

+59
Questa settimana:
Settimana scorsa:
Due settimane fa:
31
871
1138

-267

Tutte le visite
Tutte le visite 687 003

 

Felicità

 

 

 

 

La felicità è un’idea immessa nell’anima umana.

 

 

Per essere felici, prima di tutto dovete dar luogo a ciò che è Divino in voi. Ciò che è Divino è un cibo per l’anima. Quando si pone per base ciò che è Divino, la vita delle persone si trasforma in paradiso. Ciò che è Divino crea delle relazioni fraterne tra le persone, mentre ciò che è umano le rovina.

 

 

Vivrai in modo ragionevole senza esaurire te stesso. Acquisirai conoscenza per compiere la Volontà di Dio. Compiendo la Volontà di Dio, acquisirai una pace interna. Questo significa essere felici.

 

 

Nessun essere sulla Terra può darti felicità. È solo Dio Colui che può colmare la tua vita. È solo Dio Colui che può renderti felice.

 

 

Nessuno può renderti felice. La felicità viene esclusivamente da Dio. Le gioie, la felicità delle persone vengono dal mondo Divino. Una volta interrotto il legame con questo mondo, vengono le sofferenze.

 

 

È una Legge: non contare su ciò che è umano in te, né su ciò che è umano nel tuo prossimo. Conta solo su ciò che è Divino in te e su ciò che è Divino nel tuo prossimo.

 

 

Tutto ciò che è bello, tutto ciò che è grande e bello viene dal mondo in cui la Volontà di Dio viene compiuta. È un mondo di ordine. Perciò, chi vuole essere felice deve aspirare all’ordine Divino e rispettare la morale Divina.

 

 

La felicità è uno spirito chiaro, elevato che segue solo la persona della Verità. La felicità dipende da tre cose: respirazione corretta, nutrizione corretta e camminare corretto.

 

 

La felicità dipende anche dallo spirito elevato dell’essere umano. È felice solo il saggio perché egli comprende il senso delle disgrazie. La felicità dipende dalla mente, dal cuore e dalla volontà della persona.

 

 

Il cuore è l’elemento Divino nell’essere umano, perciò la prima cosa, quando vi alzate dal sogno, è che accordiate il vostro cuore affinché suoni correttamente e sia in armonia con i vostri pensieri.

 

 

Per essere felice, devi essere sano. Per conservare la sua felicità, l’essere umano deve saper educare il suo corpo. La vera felicità è nella salute, nel cuore puro e nella mente chiara.

 

 

La felicità è un frutto della vita ragionevole. Finché vive nel mondo irragionevole, finché pensa solo a se stesso, l’essere umano non può essere felice. La felicità si acquisisce nel compiere la Volontà di Dio. Non esiste persona che, dopo aver violato le Leggi di Dio, abbia vissuto una vita felice.

 

 

In ciò che è Divino si cela la felicità dell’anima umana. L’unica forza che può correggere la vita umana è l’Amore. Applicate l’Amore nella vita e la vita si correggerà da sola.

 

 

Molti pensano esclusivamente a se stessi e ciononostante vogliono essere felici. Questo è impossibile. In questa situazione non solo non possono essere felici, ma passeranno attraverso grandi sofferenze. Perché? – Perché la felicità è condizionata dalla Legge del Tutto, che è un principio Divino nel mondo.

 

 

La felicità è una Legge che comprende sia le grandezze piccole sia quelle grandi. Dal punto di vista scientifico, la felicità non è altro che un elevamento della coscienza a un livello più alto, grazie al quale l’essere umano esce dalle vecchie tradizioni e dai vecchi concetti della vita.

 

 

La felicità dell’essere umano è condizionata dalla predisposizione dello spirito – nel caso concreto, che sia contento di ciò che ha acquisito. La felicità è condizionata anche dalla conoscenza. Studiando, applicando, un giorno l’essere umano acquisirà la felicità. Una volta acquisito un pensiero corretto, sentimenti corretti e azioni corrette, egli sarà inevitabilmente felice. Se corregge il suo pensiero e pone il Nome di Dio al posto più alto e puro in se stesso, l’essere umano esce dal fondo dell’inferno e acquisisce tutto ciò che desidera.

 

 

Chi può guardare il sacro Nome di Dio, egli governa la magia della Vita. Perdendo il pensiero corretto, l’essere umano corrompe la sua vita, perde la purezza e la semplicità nelle relazioni e nelle proprie idee. Non puoi vivere fuori da Dio ed essere felice. Finché sei sulla Terra, rimetterai la speranza in Dio, non nelle persone.

 

 

La Via verso la felicità e quella verso l’infelicità è la stessa. La differenza sta soltanto nell’attenzione e nella alacrità della coscienza con cui l’essere umano si muove. Chi ha una coscienza sveglia è concentrato e, di conseguenza, non devia dalla vita giusta; la via verso la sommità alta è la Via verso la felicità. Camminando lentamente si arriva felicemente alla sommità.

 

 

Chiunque ha trovato in sé la risposta al perché è venuto sulla Terra, può chiamarsi una persona felice. Egli ha acquisito pace interna e tranquillità. Di conseguenza, chi comprende il senso della vita è giunto a un’illuminazione nelle sue idee e così si sviluppa correttamente. Egli cammina con sicurezza sulla sua Via, con gli occhi aperti. Qualsiasi siano le fatiche e le contraddizioni che incontra, le supera facilmente. Questa persona si interessa a tutto nella vita.

 

 

Può essere felice solo chi compie la Volontà di Dio, comprende i Suoi pensieri ed è uno con Lui. Solo chi è buono, giusto e ragionevole può essere felice. Altrimenti, violando la propria pace interna, perde la propria felicità.

 

 

La Via che porta alla felicità è il pensiero corretto. Il primo comandamento dato all’essere umano è: “Amerai il Signore Di tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua mente, con tutta la tua anima e con tutta la tua forza.” Il compimento di questo comandamento determina la Via della vera felicità. Non esiste altra Via per la felicità.

 

 

Colui che per la felicità ha resistito a tutto merita di gustarne i frutti. La felicità rimane sempre con l’essere umano a condizione che l’Amore, la Saggezza e la Verità regnino in lui.

 

 

Le persone commettono errori per l’unico motivo che vogliono essere felici senza prendere in considerazione la vita degli altri. Per essere felice, l’essere umano deve essere contento di ciò che ha, di ciò che gli è stato dato, e tenere sempre in mente il pensiero che non vive solo per se stesso.

 

 

Cercate la felicità in tutto ciò che ottenete in ogni istante. È sufficiente che una persona ami il suo lavoro e lo compia con Amore, per manifestare la forza che è immessa in lei. La felicità dipende anche dalla vita buona. L’essere umano è stato mandato sulla Terra per vivere bene, per realizzare il bene. Chi può fare questo, fin da subito si serve dei frutti del bene e assicura la propria vita futura.

 

 

La conoscenza porta sempre felicità in sé. Essa circonda la felicità, la salute, le piccole acquisizioni dell’essere umano.

 

 

Non aspettate la felicità da fuori. Chi ve la porta da fuori, per primo ve la toglierà. Vi rimarrà ciò che avete acquisito da soli. Le cose Divine rimangono per sempre con noi, esse non si ereditano. Ciò che è umano, ciò che viene ereditato sarà tolto.

 

 

La felicità dell’essere umano è racchiusa in lui stesso, mentre il mondo esterno, le persone rappresentano delle condizioni per il raggiungimento della felicità. Lavorate con Amore per poter essere felici. Più una persona lavora in modo cosciente, prima acquisirà la felicità.

 

 

L’essere umano può essere felice solo in una condizione: quando vive secondo le Leggi ragionevoli della Natura e quando è in contatto con gli esseri ragionevoli che conducono una vita perfetta.

 

 

La felicità futura e la vita di una persona dipendono esclusivamente dal suo Amore verso Dio. Se si lascia andare all’amore umano, lo studente si espone a grandi prove.

 

 

Solo colui che compie la Volontà di suo Padre, comprende il Suo pensiero ed è uno con Lui può essere felice. Solo chi è buono, giusto e ragionevole può essere felice, altrimenti vìola la propria pace interna e con questo perde la propria felicità.

 

 

La Via che porta alla felicità è il pensiero corretto. Siate ragionevoli, sviluppate correttamente le vostre idee e realizzatele correttamente. Pensate correttamente per essere felici.